venerdì 9 agosto 2013

Noirtier

É il padre di Villefort, forte sostenitore dell´imperialismo bonapartista. Collabora alla realizzazione del piano dei Cento Giorni, ma in tarda etá si ritrova paralizzato il corpo intero ad esclusione degli occhi, vispi e molto comunicativi. Forte é il legame con la nipote Valentine, cui é molto affezionato.

Un contadino con un occhio del diavolo, di Ilyan Repin

La lettera che il capitano Leclerc affida a Dantes é indirizzata al bonapartista Noirtier, residente a Parigi. Si puó dire che a causa sua il giovane finisca in prigione; il cospiratore é infatti il padre del procuratore Villefort, che interroga Edmond, e che decide di mandare il marsigliese in prigione proprio per questo motivo. Nonostante questo, il signor Noirtier si rivelerá un personaggio positivo.
Pur essendo costretto su una sedia, grazie al suo aiutante il vecchio riesce ad aiutare Valentine a coronare il suo sogno d´amore con Maximilien. Il suo modo di comunicare é stravagante ma straordinariamente efficace:

"Certo, mancavano i movimenti delle braccia, i suoni della voce, l´atteggiamento del corpo, ma quegli occhi potenti supplivano a tutto: il vecchio Noirtier comandava con gli occhi, ringraziava con gli occhi, era un cadavere con degli occhi vivi, e niente talvolta era piú spaventoso di quel volto di marmo quando, in alto, gli occhi si accendevano di collera o splendevano di gioia.
Soltanto tre persone sapevano capire quel linguaggio del povero paralitico: Villefort, Valentine e il vecchio domestico [...]."

 Viene infatti spiegato che é stato istituito un codice per le espressioni piú semplici, come sí e no; per le frasi piú strutturate o i concetti meno intuitivi il vecchio ricorre all´uso del dizionario, comunicando all´interlocutore le prime tre lettere della parola cercata e fissando poi quella desiderata. Come giá detto, il vecchio sará d´aiuto a Valentine: in primo luogo impedirá il matrimonio con Franz d´Epinay, prima modificando il proprio testamento grazie ad un notaio e poi confessando di essere stato l´omicida del padre del giovane; in secondo luogo accettando Maximilen e salvando la giovane Valentine dalla morte per avvelenamento grazie alla somministrazione costante di piccole dosi di veleno. Decide infine di lasciare ai due innamorati la propria ereditá, a patto di mantenere un rapporto costante.