giovedì 15 agosto 2013

Madame Danglars

Moglie del banchiere arricchito Danglars, è una donna di mondo, dedita a vari passatempi come l'intrattenere relazioni amorose o il civettare con le altre donne. Appare decisa e altrettanto infida, tanto da tradire - quasi - apertamente il marito.

Maria Antonietta con la rosa, di
Élisabeth Vigée-Le Brun


La prima volta che appare, la signora Danglars è nel pieno della sua attività più frequente: amoreggiare con gli uomini. É con quello che si potrebbe definire il suo amante, Lucien Debray e sta discutendo riguardo l'umore di lui. Poi la vediamo attiva ad organizzare il matrimonio della figlia, Eugenie, con il prestante Albert de Morcerf; un'unione voluta principalmente dalla famiglia del generale, ma mal vista dai baroni. La si vede poi spesso in occasioni mondane, a coltivare le sue relazioni all'interno della società parigina - sempre accanto alla figura di Debray, infine accettato anche da Danglars stesso.
L'unica volta in cui la si vede emozionata o - per meglio dire - sconvolta è quando Montecristo riporta a galla quello che verrà poi rinominato 'l'affaire Benedetto', che mostra a tutta Parigi l'infedeltà della donna e la sua natura frivola. In preda alla più profonda confusione, cerca di salvare la sua reputazione da questo scandalo, ma rimane schiacciata sotto il peso delle prove; al processo, dopo aver pianto la sparizione della figlia Eugenie, la donna sviene e viene portata via dall'aula. Forse che una donna così mondana non possa sopportare che le sue frivolezze vengano svelate?