mercoledì 14 agosto 2013

Emmanuel Herbaut

Marito di Julie e dipendente di Morrel, si ritrova a collaborare con il suocero nell'armeria per riuscire a mantenere lui e la moglie. Sostiene la - futura - moglie e la accompagna nella sua vita quotidiana standole accanto.

Ritratto di uomo, di Francesco Salviati

Riceve gli ospiti di casa Morrel, come ci mostra Dumas quando ce lo presenta la prima volta. Allarmato, accoglie in modo piuttosto ansioso Lord Wilmore della banca inglese. Si rinfranca e riesce a prendere in mano la situazione poco dopo, quando deve informarsi su quanto accaduto al Pharaon presso Penelon.
Si riesce a capire che l'uomo è profondamente innamorato della sua fidanzata e profondamente affezionato alla sua famiglia, infatti è ben integrato e accettato dal nucleo familiare. Il giorno fatidico del salvataggio dell'azienda, lui si preoccupa molto per Julie, che ha ricevutola lettera misteriosa da Simbad il marinaio; riesce comunque a trattenere la sua agitazione e ad accompagnare per un breve tratto la ragazza, per condividere poi appieno la sua felicità quando ritorna con la borsa rossa con il diamante.
Grazie a quest'ultimo infatti la coppia riesce a trovare anche il denaro necessario per sposarsi e coronare così il proprio sogno d'amore e li ritroviamo dopo qualche anno a Parigi, proprietari di una casa di modeste dimensioni e coinquilini del fratello di lei, Maximilien; sono felici sebbene non troppo ricchi: hanno infatti chiuso la ditta Morrel e figlio dopo la morte del fondatore.